mercoledì 19 dicembre 2018

Mario Draghi che scende in politica ?


L’ipotesi di Mario Draghi presidente del consiglio italiano al termine del suo mandato in BCE – termine ormai non molto distante: la scadenza è novembre 2019 – riaffiora con regolarità.

Quanto è plausibile, questa ipotesi ? servirebbe, in primo luogo, una maggioranza parlamentare disposta a votargli la fiducia. Che non si vede, data l’attuale composizione del parlamento, e ancor meno in caso di ipotetiche elezioni anticipate: almeno stando ai sondaggi che continuano ad attribuire a Lega + M5S il 60% dei suffragi.

A prescindere dalle maggioranze parlamentari, comunque, che possono sempre evolversi (magari anche in modo oggi inaspettato), l’ipotesi di Mario Draghi premier mi lascia perplesso per un’altra ragione.

Draghi gode di un’altissima reputazione presso l’establishment, italiano e ancora di più internazionale. E’ l’uomo che ha tenuto insieme l’euro quando stava per rompersi, che ha introdotto il QE contro le resistenze tedesche. Certo, non ha risolto l’eurocrisi. Ma è un eroe per chi voleva e vuole la sopravvivenza del sistema attuale.

Ora, vi immaginate Draghi nei panni di un Mario Monti 2, o peggio ancora di un Enrico Letta 2 ? intento a eseguire pedissequamente le istruzioni che arrivano da Bruxelles ?

Io no, anche perché significherebbe essere al governo di un paese in perenne depressione economica e a costante rischio di tracollo finanziario. Monti e Letta hanno fatto quello che gli veniva richiesto (dai loro mandanti esterni) ma non ne sono certo usciti con un’immagine vincente.

A Draghi interessa seguirli su questa strada ? io non credo.

Altro discorso è un Draghi che arriva, risolve i problemi dell’economia italiana e attua una forte azione di rilancio – senza rompere l’euro.

E la strada per ottenere tutto questo esiste. E’ il progetto CCF / Moneta Fiscale. A favore del quale Draghi non spenderà mai una parola… fino al momento in cui gli facesse gioco metterlo in atto.

Oh, se mai tutto questo avverrà, il progetto cambierà senz’altro nome, e con ogni probabilità anche vari dettagli operativi. Perchè dovrà essere il “progetto Draghi”. Il che comunque è possibile, senza che venga meno la sostanza.

Prendetelo come un esercizio di totale fantaeconomia politica. Le probabilità di questo scenario non provo neanche a stimarle. Una su cento, una su un milione, meno ancora ?

Però rifletteteci. Magari è uno scenario meno assurdo di altri.


27 commenti:

  1. Sarebbe veramente l'apice dell'ipocrisia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O dell'ambizione personale. E Draghi di ambizione ne ha da vendere, a livelli direi quasi napoleonici...

      Elimina
  2. Fosse vero significa che bisogna attendere oltre un anno... io spero che nel frattempo ci sia una reazione come i gilet gialli invece, ma le mie sono pie illusioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardi, come ho scritto il mio è uno scenario superipotetico, le cui probabilità non so stimare - ma senz'altro sono molto basse. A occhio sono più probabili i gilet gialli in Italia. Ma stiamo a vedere… lo scenario che preferisco io, e che rispetto a questi comunque è più plausibile, rimane quello del post 16.11.2018.

      Elimina
    2. Lo so che lei è in buona fede, ma dai fatti recenti di applicare il suo programma non ne vedo l'ombra: nella migliore delle ipotesi siamo in mano a degli incapaci e pusillanimi... la speranza per carità è l'ultima a morire !

      Elimina
    3. Il post del 16.11.2018 implica che il programma venga attuato con il minimo di clamore mediatico. Quindi che lei (o io, o altri) non ne senta parlare è coerente. E' quanto sta avvenendo ? non lo so. Lo scopriremo.

      Elimina
  3. Domanda ipotetica sulla sua ipotesi remota: perché il potere finanziario che comanda Draghi dovrebbe investirlo a "salvatore" dell'Italia? Il loro obbiettivo è mangiarsi questa sfortunata Nazione non salvarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso Draghi non verrà a fare il capo del governo, perché i panni del Monti o del Letta non li vestirà.

      Elimina
    2. Esatto non si sporcherebbe mai le mani in modo cosi palese

      Elimina
    3. Con il solo risultato, poi, di rovinarsi la reputazione...

      Elimina
  4. La Juventus vincerà quest'anno l'ottavo scudetto consecutivo, non è diventato troppo noioso il campionato ? Per rendere la Serie A più interessante si potrebbe fare come vuole il prossimo presidente della FIGC: inserire i Play-off-Spareggi per lo Scudetto e quelli per l'Europa e la salvezza. Che ne pensa ? In altri paesi funzionano con successo d'interesse e di tifosi a livelli esponenziali...
    Luca il PATRIOTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono juventino quindi questo genere di noia mi va bene :) Ma scherzi a parte in materia di calcio credo all'integrazione europea (!): bisogna arrivare a una superlega modello sport professionistici americani. E i tornei nazionali devono in qualche modo (non mi è ovvio come, ma un sistema senz'altro si trova) svolgere la funzione di "allevamento" (dei giocatori giovani che poi andranno nella superlega) che negli USA viene svolta dai tornei universitari.

      Elimina
    2. E in Formula 1 quest'anno abbiamo perso con la Ferrari l'ennesimo mondiale, è mancato soprattutto il pilota, perché la macchina andava forte, ma è mancata anche una terza squadra che togliesse punti alla Mercedes quando la Ferrari era impossibilitata a farlo, non sarebbe stato meglio anche per lo spettacolo in futuro dare alla RedBull il l'unità motrice Ferrari anziché l'Honda ? La RedBull diventerebbe anche un alleato della Ferrari per il campionato e toglierebbe punti alla Mercedes ma anche alla Ferrari però sarebbe un potenziale alleato e ci sarebbe più spettacolo. Che ne pensa ? La Ferrari avrebbe dovuto dare il suo motore alla RedBull ?
      Luca il PATRIOTA

      Elimina
    3. Ma la Red Bull già aveva un ottimo motore...

      Elimina
    4. Quale ? Il Renault ? Non direi proprio, con tutte le rotture che hanno avuto e le lamentele della RedBull per le scarse prestazioni nei confronti di Ferrari e Mercedes.
      Luca il PATRIOTA

      Elimina
    5. Beh comunque la Red Bull marciava.

      Elimina
  5. Lei che è un amante degli USA, sapeva che la costituzione USA è figlia del filosofo napoletano Gaetano Filangieri, così come anche il diritto alla felicità è di Filangieri, e nel 1786 gli USA da poco uno Stato presero le leggi della Repubblica di Venezia: le copiarono e le riadattarono per il loro codice di leggi e diritti !? Sapeva anche che Palladio è stato dichiarato padre dell'architettura americana, un italiano padre dell'architettura americana, altro che i loro inutili grattacieli !?
    Luca il PATRIOTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cultura italiana li ha influenzati profondamente, certo… !

      Elimina
    2. Sapeva che è grazie all'aiuto finanziario e militare dei francesi che gli USA sono riusciti a vincere la guerra d'indipendenza con l'Inghilterra e a diventare indipendenti ?
      Luca il PATRIOTA

      Elimina
    3. Naturalmente sì: i francesi avevano tutto l'interesse a indebolire i britannici.

      Elimina
  6. ma chi lo vota draghi? renzi e berlusca!!! si si, se lo prendano pure, cosi' si cancellano del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrivevo nel post, infatti: "Servirebbe, in primo luogo, una maggioranza parlamentare disposta a votargli la fiducia. Che non si vede". Però chissà, la vita è strana...

      Elimina
  7. Dopo la manovra al ribasso del governo la crescita dell'Italia che livello avrà ? Ricordo che lei diceva prima che il governo abbassasse il deficit/PIL al 2,04% che si poteva crescere quasi al 2%, oggi invece ?
    Luca il PATRIOTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo sotto l'1%, ma non solo per la riduzione del deficit. E' l'economia internazionale ed europea in particolare che è in rallentamento.

      Elimina
  8. Quagliarella non sarebbe da Nazionale ? Mancini ha detto che se continua con questo rendimento potrebbe portarlo all'Europeo 2020, ricordiamoci che negli ultimi 2-3 anni ha fatto in una novantina di partite circa 45 tra gol e assist, in media: 1 gol o 1 assist ogni 2 partite. Niente male, Quagliarella è sottovalutato avrebbe meritato di più nella sua carriera, ma potrebbe a 35 anni essere un valore per la Nazionale ?
    Luca il PATRIOTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrebbe meritato di più, sono d'accordo. Ma nel 2020 di anni ne avrà 37...

      Elimina
    2. Ma se continua a segnare così, Mancini ha detto che lo convoca anche a una certa età, ma dovrà continuare a fare come sta facendo oggi anche nel 2019-20 !?
      Luca il PATRIOTA

      Elimina