mercoledì 10 novembre 2021

Elogio del populismo

 

Nel mondo odierno, nei sistemi politici attuali, è di fondamentale importanza, di enorme utilità, il ruolo delle forze comunemente definite “populiste”.

La ragione della loro utilità è semplice. Populista, nell’accezione corrente del termine, è chi si oppone alle tesi e alle politiche sostenute dall’establishment internazionale. 

Establishment che a sua volta è riconducibile ai grandi interessi economici e finanziari e alle organizzazioni sovranazionali, e le cui posizioni ispirano la linea degli organi di informazione “paludati”.

La ragione per la quale abbiamo bisogno del populismo non risiede nel fatto che le opinioni comunemente definite “populiste” siano sempre corrette. Non risiede nel fatto che i populisti necessariamente possiedano soluzioni valide per i problemi del mondo.

I populisti possono avere ragione o torto su vari temi, tra cui le cessioni di sovranità, il contrasto al Covid, l’immigrazione clandestina, il cambiamento climatico, l’austerità fiscale, l’indipendenza delle banche centrali.

Ma senza i populisti, le uniche opinioni, le uniche posizioni, che sentiremmo esprimere e che vedremmo applicate sarebbero, appunto, quelle dell’establishment. Che significa, in parole povere, le posizioni di chi ha i soldi in mano.

E se ci aspettiamo, da chi ha i soldi in mano, da chi detiene il potere economico, che persegua nobilmente l’interesse collettivo e non il proprio, temo che ci facciamo grosse, ma molto grosse, illusioni. Anzi non temo: ne sono certo.

Un populista a sua volta non è necessariamente, un cavaliere dell’ideale. Non è mediamente una figura più nobile o più disinteressata di qualsiasi altro essere umano.

Ma svolge una funzione di confronto, di contrapposizione dialettica, rispetto al potere.

E di questa contrapposizione abbiamo bisogno. Sarebbe un disastro se non esistesse. Dobbiamo rafforzarla, perché oggi è troppo debole.

11 commenti:

  1. In sintesi: non c’è democrazia senza populismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In sintesi dietro la democrazia ci sono gli ameriCANI... È legittima l'occupazione Usa dell europa ??? Chi conosce la storia quella vera sa benissimo che non sono stati gli ameriCANI decisivi nella 2a guerra mondiale... É la propaganda Usa che manipola la realtà !!!
      Luca

      Elimina
    2. Decisivi lo sono stati. L'Unione Sovietica altrettanto. Poi gli accordi di Yalta non lasciavano alternative, o di qua o di là. Ci è andata meglio così.

      Elimina
  2. Senza sovranità non ci può mai essere democrazia, senza demos, popolo ,c'è solo cratos, potere!!

    In Italia finora da dopo la caduta del Muro di Berlino non c'è stato nessun movimento populista autentico e nessun movimento sovranista autentico, il M5S spacciato da TV e giornaloni per movimento populista era invece solo il classico specchietto per le allodole, era comunque facilmente sgamabile, la Lega di Salvini versione sovranista lo è stata altrettanto con le candidature di Bagnai, Borghi, Rinaldi e della Donato, meno sgamabile, ma se si andava al di là della vulgata propagandistica di TV e giornaloni contro di loro, avendo invece un focus sull'essenziale, e allora pure loro erano sgamabili, comunque di questi quattro economisti/opinionisti informati anti euro della Lega di Salvini, solo la Donato ha dimostrato finora di avere la schiena dritta e dopo aver mangiato tanti rospi li ha mandati a quel paese, vabbè poi Fratelli d'Italia della Meloni è fake sovranista per antonomasia, addirittura la Meloni è entrata a far parte dell'Aspen Institute, potente e influente think thank delle elites americane ed europee!!

    Vabbè poi ci sono: già da qualche anno Riscossa Italia, ex Fronte Sovranista Italiano, e da poco nata Liberiamo L'Italia, entrambe formazioni politiche autenticamente sovraniste e di matrice neo socialista, entrambe mai avuto un rappresentante al parlamento, a destra non c'è stato mai niente, c'era CasaPound ma a livello di marketing politico erano improponibili in quanto si presentavano come i fascisti del nuovo millenio.

    Qundi la vera domanda è: come mai dalla caduta del Muro di Berlino non c'è stato mai in Italia un movimento politico autenticamente sovranista con validi contenuti politici, di sinistra o destra, capace di raccogliere almeno il 10% dei consensi?

    Visto e considerato anche che con i disastri dell'euro un movimento politico autenticamente sovranista del genere avrebbe avuto e avrebbe tuttora le praterie elettorali davanti a sé, e allora a maggior ragione vale la pena domandarsi: perché in Italia non è mai nato un movimento politico autenticamente sovranista?

    Io una risposta l'avrei, magari in un prossimo post.

    Cordiali saluti e buona serata.

    TheTruthSeeker

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché i movimenti "autenticamente" sovranisti non hanno spazio di azione nell'ambito dell'Eurozona. Se adotti un approccio massimalista, tutto o niente, il risultato è niente. Devi trovare una linea percorribile. Per questo pur essendo straconvinto della disfunzionalità dell'euro fin da prima che nascesse, io, personalmente, sostengo la Moneta Fiscale e non la rottura.

      Elimina
  3. Ma per autenticamente sovranista intendo anche un'uscita graduale dalla zona euro tramite la Moneta Fiscale di cui lei e Zibordi siete i pionieri in Italia.

    Comunque, ad esempio autenticamente sovranisti vuol anche dire che in ambito sanitario non ti fai dettare la politica sanitaria dall'OMS in cui spadroneggia la Gates Foundation con le sue ossessioni distopiche vaccinali, vuol anche dire che in tema di immigrazione non ti fai dettare le poltiche immigratorie dai vertici della UE che hanno deciso che il modello No Way australiano non si deve applicare nella UE, autenticamente sovranisti vuol dire ad esempio che quando ci fu la guerra in Libia per fare fuori Gheddafi non fai dell'Italia la serva dei guerrafondai francesi, UK e USA, che delle sanzioni commerciali contro la Russia te ne fotti perchè il tuo export verso la Russia è prezioso per le aziende italiane, e lei crede che i leader di un movmento autenticamente sovranista del genere eletto a maggioranza col favore del popolo verrebbero fatti saltare per aria come Mattei e/o sequestrati e trucidati alla Aldo Moro?

    Secondo me il rischio ci sarebbe ma allora stiamo parlando di potenziali criminali ai livelli dell'alta politica, finanza, massoneria e paramassoneria nella UE e in USA, per non parlare poi che con la geoingegneria di nuova generazione ormai possono provocare anche terremoti artficiali...!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terremoti artificiali ? Spero che non siamo a questi livelli… Quanto al resto, un partito politico che sostiene tutte quelle cose oggi non arriva al governo, e se ci arriva non riesce ad attuarle. Allora realisticamente bisogna puntare a risultati parziali. Il M5S per esempio ha ottenuto una parziale applicazione della Moneta Fiscale con i crediti d’imposta trasferibili. Serve molto di più ? Certo. Lo otteniamo con la logica del tutto o niente ? Mi piacerebbe ma non lo ritengo possibile.

      Elimina
  4. "Quanto al resto, un partito politico che sostiene tutte quelle cose oggi non arriva al governo, e se ci arriva non riesce ad attuarle.", Marco Cattaneo


    Innanzitutto, grazie mille della sua rapida risposta, seconda cosa, andiamo sul concreto, facciamo questa ipotesi, due movimenti politici italiani autenticamenti sovranisti, uno di sinistra e uno di destra, che ipoteticamente prendano in tutto il 55% dei voti alle politiche nazionali e decidano di allearsi per realizzare delle priorità essenziali di cui la N 1 è l'applicazione integrale del programma di Moneta Fiscale di cui lei e Zibordi siete i pionieri in Italia, la N 2 in ambito sanitario è non farsi mai più dettare la politica sanitaria dall'OMS in cui spadroneggia la Gates Foundation con le sue ossessioni distopiche vaccinali, la N 3 in tema di immigrazione non farsi mai più dettare le poltiche immigratorie dai vertici della UE che hanno deciso che il modello No Way australiano non si deve applicare nella UE, la N 4, in politca estera, visto che ormai la Libia è persa in quanto l'Italia ha perso del tutto ogni minima credibilità in quel paese, e allora strategicamente meglio iniziare da subito una politica di buoni rapporti con la Russia, innanzitutto non rinnovando le sanzioni commerciali della UE contro la Russia e quindi riportare nel più breve tempo possibile il livello di export con la Russia a livello precedente, ipotizziamo anche che seppur con difficoltà riesca a realizzare le prime tre priorità e parzialmente la quarta.

    Ora, un'ipotesi del genere non è roba di fantascienza, si sarebbe potuta realizzare e quindi rimane sempre la domanda:

    perché in Italia non sono mai nati movimenti politici autenticamente sovranisti?

    La risposta più recente l'ha data John Kerry, eccola arriva!!

    "John Kerry Says 'Great Reset' Is Needed To Stop Rise Of Populism", by Tyler Durden for ZeroHedge, November 20, 2020.

    Former Secretary of State John Kerry attended a panel discussion at the World Economic Forum during which he asserted that a great reset was urgently needed to stop the rise of populism.

    Riferimento e proseguimento:


    https://www.zerohedge.com/political/john-kerry-says-great-reset-needed-stop-rise-populism

    Nel prossimo post la risposta storica più importante che non è ovviamente un arcano mistero.

    RispondiElimina
  5. Te la rubo e la metto su FB. La metto a nome mio o tuo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Claudio Zanasi

      Parli con me? Se parli con me, mettila pure a nome tuo, no problem!!

      Elimina
  6. senza contare che poi esistono i raeliani........

    buona vita

    RispondiElimina