mercoledì 6 agosto 2014

Troika per far che ?


Sono molto curioso (nervosamente curioso) di vedere che cosa accadrà, da settembre in poi, con l’elaborazione della legge di stabilità (en passant, la preferivo quando si chiamava legge finanziaria: se c’è una cosa di cui l’economia italiana oggi non ha bisogno è la stabilità – oggi siamo in una situazione stabilmente cimiteriale…)

Non mi aspetto che avvenga qualcosa di così radicale come la Riforma Morbida, ma la possibilità di uno sforamento degli euro-parametri (pazienza se in forma “coperta” cioè facendolo e pretendendo di non averlo fatto: la tattica politica ha queste esigenza, mi dicono…) esiste, e sarebbe un primo passo nella direzione giusta.

D’altra parte tra i vari scenari possibili ci sono anche quelli negativi, tra cui il più deleterio che mi riesce di immaginare è l’intervento della Troika – invocato da qualche noto commentatore politico (in netto calo d’influenza e di credibilità a dire il vero, ma qualcuno continua a prestargli attenzione: e questo non mi tranquillizza).

Ora, una riflessione al riguardo di impone. Che cosa fa d’abitudine la Troika (o il Fondo Monetario Internazionale quando interviene nei paesi emergenti) ? Eroga finanziamenti a un paese che non riesce più a collocare il suo debito sul mercato dei capitali, e nello stesso tempo impone severe misure restrittive (austerità, tagli di spese, incrementi di imposte). Affermando in tal modo di salvare il paese oggetto delle sue attenzioni (in realtà, salva i suoi creditori).

Bene: l’Italia ha difficoltà a collocare i suoi titoli di Stato ? La realtà è che gli investitori se li stanno strappando di mano, a tassi prossimi allo zero per le scadenze brevi, e inferiori al 3% per i BTP decennali.

Naturalmente è così perché il debito pubblico italiano è considerato sicuro per effetto del “whatever it takes” della BCE. Ma che cosa ci aspettiamo, che la BCE lo ritiri ? che faccia saltare l’euro e che commetta suicidio ?

Il problema della finanza pubblica italiana è la difficoltà di rispettare il limite del 3% per il rapporto tra deficit pubblico e PIL, per non parlare di raggiungere il “pareggio di bilancio strutturale” nel 2015 (o 2016 ? non si è capito) e di attuare il fiscal compact (dal 2016 ? anche qui, boh).

Che c’entra la Troika ? Che cosa c’entra la difficoltà (inesistente) di collocare debito ?

Serve qualcos’altro: serve la rimozione dell’allucinazione collettiva che ha portato qualcuno a concepire gli euro-parametri, a pensare che abbiano una qualche utilità, e ad affermare che siano attuabili

104 commenti:

  1. buon articolo Dott. Cattaneo! Come sempre... Daniele Scandelli

    RispondiElimina
  2. la troika arriva in quei paesi incapaci di riformarsi. ovviamente la tecnica punitiva delle varie troike non funziona ma non esiste altra soluzione dato che quei paesi non accettano quelle altre soluzioni. in realtà dicono solo "dateci i soldi e rinviamo il problema". ennò. sono 20 anni che rinviate. i soldi non vanno stampati, vanno fatti girare. se non girano ci vogliono riforme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il modo per far girare i soldi non è fare riforme, e' aumentare la spesa. Pubblica o, se non le piace, privata (in primis diminuendo le tasse). La Troika fa esattamente il contrario.

      Elimina
    2. ma la troika non arriva mica all'improvviso, arriva dopo anni che nessuno fa nulla. è colpa della politica che ha costretto il paese a subire la troika o comunque un commissariamento simile.

      Elimina
    3. Ma di fatto dove è arrivata i risultati quali sono ? La Grecia e' una catastrofe, il Portogallo e' poco meglio, l'Irlanda ha un minimo di ripresa perché ha fatto deficit / pil medi del 9%... Altro che riforme.

      Elimina
    4. Ma prr quale motivo un paese dovrebbe "riformarsi" nel senso voluto dalla Troika? Per quale motivo dovrebbe essere costretto a farlo contro il volere del popolo che in teoria sarebbe sovrano?

      Elimina
    5. x cattaneo
      infatti nessuno ha detto che la troika riforma il paese. purtroppo un paese si riforma solo se le persone lo vogliono. la troika viene a riprendersi i soldi che quel paese non ha restituito.

      x marco
      anche il nazismo o il comunismo erano sovrani e votati dal popolo ma hanno fatto cose che vanno in contrasto con altri paesi. la stessa cosa fa l'italia. se i tuoi dati economici sballano sempre di più è come se dichiarassi guerra agli altri paesi.

      Elimina
    6. Perché a mio parere...c'è tutto un meccanismo bel oliato...che conduce gli stati all'asfissia...per poi...far intervenire l'FMI.....(questi son degli avvoltoi sempre pronti...appena si creano le condizioni...condizioni che loro stessi...cercano di creare....)..

      Il meccanismo lo creano loro stessi....(l'impianto geopolitico eurozona...è uno di quei meccanismi..le le regole di Matrich , Lisbona, la BCE , etc etc...sono architettati in modo tale...da condurre "tendenzialmente " gli Stati ..alcuni più che altri....allo strozzamento :...una volta che lo Stato è mezzo morto..interviene l'FMI...e fa il resto...

      certo che la troika non arriva all'improvviso...arriva quando la preda è "cotta"....e non perché nessuno ha fatto nulla...ma perché tutta una serie di meccanismi...di fatto non ti fanno fare più di tanto....tutto cio che serve veramente per la ripresa...non te lo lasciano fare...e come medicina ti consigliano (o meglio impongono ) una ricetta ..che ti uccide ulteriormente...per poi ...come dolce finale buscarti l' FMI....
      e un sistema criminale...voluto di proposito.
      Shardan

      ps-già da 20 anni fa .. sapevano benissimo che avrebbe prodotto questi risultati...lo hanno pure ammesso ...in un modo o in un altro...

      Elimina
    7. Cioè tu mi stai dicendo che la democrazia non esiste più visto che i popoli non sono più liberi di dotarsi del sistema economico che più gli aggrada ma devono obbligatoriamente ridurre protezione ai lavoratori, privatizzare servizi e ridurre il peso del settore pubblico (sono le riforme della Troika), perchè se non lo fanno "è come se dichiarassero guerra agli altri paesi". Ho capito bene?

      Elimina
    8. La situazione, per mettere le cose in chiaro, e' che l'Italia non ha bisogno di nessuna Troika ed è perfettamente solvibile. Se effettua le scelte corrette di politica economica, che non sono quelle che la UE pretende di continuare a imporre.

      Elimina
    9. x marco
      ma se tu prendi in prestito i soldi e non li restituisci cosa ti succede? ovvio, nessuno si fiderà più di te. purtroppo gli italiani pensano che se ad indebitarsi è lo Stato (e non i cittadini) a quel punto nessuno può fare causa o invadere l'italia e quindi ci teniamo i soldi di fatto andando a carico degli altri paesi. questo brutto vizio lo abbiamo preso ai tempi della guerra fredda quando all'italia veniva permesso di sforare per impedire il comunismo. finito il comunismo finito il trucco.

      Elimina
    10. Prendi in prestito da terzi cosa ? Il debito estero netto dell'Italia e' il 25% del PIL, stesso livello di USA UK e Francia. Ma ci chiedono, anzi ci costringono, a massacrare il paese di tasse per pagare il debito PUBBLICO (che in un paese dotato di sovranità monetaria, che emette in valuta propria, non è mai a rischio default...) con l'unico risultato di abbattere il PIL, di far esplodere la disoccupazione e di NON ridurre il debito...

      Elimina
    11. il debito estero è calato al 25% proprio perché chi ci aveva prestato i soldi se li è ripresi in quanto se io vedo che non produci e non fai riforme per produrre e il tuo welfare sta affondando è ovvio che io quei soldi non li rivedo più e quindi me li riprendo.

      se poi tu vuoi ingannare i tuoi cittadini dando la colpa alle "plutocrazie" brutte e cattive che ti distruggono fai pure. se vuoi uscire dall'euro fai pure.

      ma ricordati che le leggi della fisica e dell'economia valgono anche fuori dall'euro.


      Elimina
    12. Il debito estero non è mai "calato" al 25% perché non ha mai raggiunto livelli più alti di quello. E l'Italia - al contrario di Spagna e Grecia - non aveva deficit commerciali elevati, nemmeno prima del 2012.

      Elimina
    13. nel 2008 possedevano il 60% gli stranieri...inoltre lei dimentica un altro debito sulle stanze di compensazione forse anche più pericoloso. mi sembra che dal 2011 in poi gli acquisti di mercedes a rate siano crollati a zero.

      Elimina
    14. Stanze di compensazione ? Il target2 e' compreso nel 25% netto sopra menzionato.

      Elimina
    15. il 25 è oggi. prima era il 60%
      se lo ricorda lo spread nell'agosto 2011?

      Elimina
    16. Io sto parlando di posizione patrimoniale netta italiana sul l'estero. Era 25% anche nel 2011.

      Elimina
    17. ah beh se nel patrimonio ci mette pure il colosseo sì, siamo in attivo. la corsica fu pignorata a genova. oggi che ci vendiamo la sardegna? come collateral è "secure".

      cattaneo non faccia il finto tonto. l'esposizione verso l'italia è stata ridotta nel 2011 a secchiate mentre stavamo sotto l'ombrellone.

      .


      Elimina
    18. Il Colosseo nella "Net international investment position" dell'Italia non c'è. Non è un investimento finanziario e non sta all'estero... Quel dato e' rimasto invariato al 25%, ma se lei vuol continuare a commentare numeri che escono dalla sua fantasia, buon divertimento...

      Elimina
    19. X anonimo. Spari numeri commenti e argomenti a casaccio?

      Elimina
    20. x cattaneo
      allora perché la bce ha dato soldi alle banche italiane per comprare i titoli che prima erano in mano a investitori stranieri?

      Elimina
    21. Perché in quel momento (novembre 2011) gli investitori esteri temevano la rottura dell'euro, la conversione del debito pubblico italiano in lire e la sua svalutazione. Il che faceva decollare lo spread. Ma lo stesso accadeva in Spagna, dove il debito pubblico era parecchio più basso... Tra l'altro finito l'effetto di quel l'intervento, gli spread sono risaliti. Sono ridiscesi una volta per tutte solo nel luglio 2012, con il "whatever it takes" di Draghi: cioè con l'annuncio della disponibilità a sostenere i debiti pubblici in misura illimitata. Tra parentesi, gli interventi della BCE non hanno ridotto il debito estero dell'Italia: hanno sostituito un finanziatore (i detentori esteri di titoli di stato italiani) con un altro (la BCE).

      Elimina
    22. ma non ha risposto alla domanda. perché la bce ha dato soldi alle banche italiane costringendole a comprare i bond italiani facendo scendere l'esposizione estera verso l'italia dal 60% al 35% dal 2008 al 2012? non è che per caso ci hanno costretto a ricomprarci il debito?

      Elimina
    23. Non c'è stata costrizione, ma incentivazione. Per aggirare i trattati, la BCE ha dato soldi alle banche italiane (ma anche spagnole ecc.) invece di garantire esplicitamente il debito pubblico, come una vera banca centrale dovrebbe fare. Questo ha ridotto gli spread, ma temporaneamente: il calo definitivo (almeno per il momento...) e' iniziato solo con l'annuncio dell'OMT (il whatever it takes di Draghi, appunto).

      Elimina
    24. la domanda era un'altra. i detentori esteri erano al 60% e oggi sono scesi al 35%. questo vuol dire che l'italia si è indebitata con l'estero oltre ogni misura cosa che voi nascondete dicendo che la percentuale è rimasta sempre al 35% più o meno.

      Elimina
    25. Scusi, adesso glielo ripeto per l'ultima volta. Io NON ho mai parlato di percentuale di debito pubblico posseduta da investitori esteri. Ho sempre parlato di posizione finanziaria netta totale italiana sull'estero. Questo secondo dato era 25% nel 2011, ed è all'incirca allo stesso livello oggi.

      Elimina
    26. lei ha detto "quali soldi presi in prestito"? e io glielo ho ripetuto ma sembra che lei neghi l'evidenza. e infatti la vostra posizione è che il debito non va pagato. va negato che esista usando i numeri per nasconderlo. oppure che bisogna stampare soldi del monopoli per pagarlo.

      Elimina
    27. Ho detto che l'Italia, come paese, non aveva un debito estero elevato, e che dal 2011 a oggi e' rimasto invariato. Questi sono fatti...

      Elimina
    28. esatto. ma io le dicevo che prima del 2011 non era così. dal 2008 al 2012 chi ci ha prestato i soldi ha ridotto la sua esposizione verso l'italia. lei invece rispondeva dicendo "quali soldi?" facendo il finto tonto.

      che poi in fondo è la vostra posizione ovvero negare il fatto di aver preso soldi oppure stampare soldi del monopoli (ccf) nella speranza che il mondo li accetti. ma il mondo non è mica scemo.

      Elimina
    29. Lei continua a confondere il debito estero netto dell'Italia con la quota di debito pubblico posseduta da investitori esteri. Rilegga i miei commenti sopra, c'è tutto... Oh, quanto ai CCF: hanno un utilizzo puramente domestico e la quantità delle loro emissioni nonché la loro allocazione (leggasi quota destinata alla riduzione del cuneo fiscale a vantaggio delle aziende) e' regolata in modo da lasciare in equilibrio i saldi commerciali esteri italiani. Altrimenti detto, non c'è alcun bisogno che l'estero accetti i CCF in pagamento di qualcosa...

      Elimina
    30. lei deve rileggere se stesso. ho detto che ci siamo fatti prestare soldi e lei ha detto "quali soldi?" girando il problema sulla bilancia dei pagamenti e sul debito netto estero che non c'entra niente con la discussione iniziale.

      il blocco sul target 2 è arrivato come conseguenza del fallimento dell'italia sul suo debito publico che è arrivato a sua volta per l'incapacità dell'italia di rientrare del debito perché non fa riforme.

      Elimina
    31. "Italia che si fa prestare soldi" e' una frase che riguarda il debito ESTERO, non il debito pubblico. Così come e' debito ESTERO quello dei target2...

      Elimina
    32. il debito pubblico non è forse detenuto in parte all'estero? e l'estero non ha forse ridotto la sua esposizione? e la spesa publica non è forse salita di 200 miliardi in 10 anni.

      Elimina
    33. Ha ridotto la sua esposizione sul debito PUBBLICO. Non sul debito NETTO TOTALE, che non è mai stata alta.

      Elimina
    34. perché è stato bloccato il target 2. da una parte ti vendo i titoli per riprendermi i soldi e da quell'altra ti impedisco di finanziarti gli acquisti a debito dei miei prodotti prima di avere perdite esterne.

      un paese che vuole comandare un continente avrebbe usato quei crediti come arma di ricatto per unificare il continente e non per rastrellare i soldi e scappare a casa facendo saltare i ponti con la dinamite e rinchiudendosi a chiave nel bunker di berlino.

      Elimina
  3. http://www.girolamopisano.it/2014/08/06/labi-promuove-certificati-di-credito-fiscale-lanciati-da-pisano-proposta-geniale/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non la stessa cosa, ma forse il grimaldello per arrivarci. Ne parliamo.

      Elimina
  4. Cioè tu mi stai dicendo che la democrazia non esiste più visto che i popoli non sono più liberi di dotarsi del sistema economico

    CITAZIONE Marco.

    Si esatto...ancora qualche spazio di manovra democratica c'è...ma sostanzialmente la democrazia (quella vera ) sta diventando un involucro vuoto. Ormai qualsiasi decisione presa dal nostro Stato...viene sottoposta al loro vaglio...e indirizzata secondo i loro programmi. In particolare le decisioni economiche...devono essere prese in modo subalterno ai loro criteri...lo Stato Nazionale conta sempre di meno....come d'altronde conta poco tutto ciò che l'Europarlamento (eletto dal popolo ) formula------>>> chi decide veramente è la Commissione Europea (non eletta ..i 27 membri ..son cooptati )...tra parentesi ..in via parallela a Bruxells..c'è un esercito di 200 lobbysti ..che esercitano una fortissima influenza su tutte le decisioni importanti presi in quella sede...(tutto cio che sfornano...è funzionale agli interessi di potentissime lobby.....)

    E' esattamente come dice il Dott. Cattaneo...nonostante tutto...i fondamentali della nostra struttura economica...nonostante le botte terribili buscate in questi ultimi anni...sono sani...

    Oltretutto si evidenzia un fenomeno nuovo (forse inaspettato dai cruccki germanici )...abbiamo circa 4 milioni e mezzo...se non erro di imprese....500 mila son super sane..e nonostante tutto fanno profitti...le restanti 4 milioni...nonostante non facciano grandi profitti o non ne fanno proprio ..restano in piedi...e gli imprenditori..invece che vendere e disfarsene continuano a fare impresa...si sta a delineare un nuovo modello...che non è capitalista in quanto non tende al profitto ....qualcuno in Germania..si starà chiedendo: ma sti italiani non crepano ?....risposta: siamo un popolo meraviglioso...alla faccia loro...e siamo anche dei gran lavoratori...e il nostro sistema produttivo ..prima della crisi Lemhan del 2008...era super sano...e lo dimostra il fatto che dinanzi a botte tremende l'economia resta in piedi soffrendo ma resta in piedi (un altra politica economica...e riparte a razzo....)------->>> certo non si può andare avanti in questo modo per lungo tempo...alla fine collasseremo....ma se collasseremo..sarà perché cosi hanno voluto....(spero che gli italiani se ne rendano conto....mi auguro che quel 40 % che ha votato PD...apra gli occhi e capisca...una volta per tutte )

    Ciao
    Shardan

    ps- la fonte...del prima detto...è l'economista Nino Galloni....per me affidabile..perché è una persona seria ..quindi ci credo.

    Se applicassero i CCF...l'Italia si riprenderebbe in pochissimo tempo....
    Le ricette neoliberiste...anche le migliori (es quelle di Zingales ) son da cestinare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aggiungo: fanno ridere con la fissazione dell'inflazione....(o meglio fanno piangere )...oggi il pericolo non solo nell'eurozona...ma anche in altre realtà economiche..è la "deflazione "...che rischia di farci scivolare seriamente nella "depressione" ..e poi son caspiti amari. In Giappone ma anche credo negli Stati Uniti...immettono..valanghe di moneta...anti deflattiva...eppure l'inflazione non aumenta....e sti qua...stanno ancora a parlare di pericolo inflazione...il pericolo è esattamente nel versante opposto.

      Shardan

      Elimina
    2. ma l'italia non è in deflazione ma in stagflazione. ovvero i prezzi salgono seppure di poco (a causa delle tasse) e al contempo hai disoccupazione. un problema cioè diverso. il problema non è mancanza di soldi ma di circolazione dei soldi.

      Elimina
    3. x chardan
      dimmi dove hai mai visto il liberismo o neoliberismo in italia perché così vinco il premio nobel.

      l'italia è più comunista della cina. sta espropriando il privato con le tasse per mantenere gli statali.

      ma neanche mao fece una cosa del genere in quanto lui almeno statalizzò tutto.

      Elimina
    4. Anonimo 15.29: Appunto, quel minimo di crescita dei prezzi e' dovuto solo alle imposte indirette. E tra poco si sarà in deflazione tenuto anche conto di quelle... Il problema e' la circolazione dei soldi ? Ma i soldi non circolano per carenza di capacità di spesa: che si risolve solo con politiche keynesiane, nel contesto attuale.

      Elimina
    5. x cattaneo
      in italia le politiche keynesiane le stiamo facdendo da 40 anni. siamo al 99% di keynes. è tutto in mano allo stato cosa vuole di più? statalizzare la luna?

      questo non è keynes. questo è statocrazia. keynes vi denuncerebbe per diffamazione a mezzo stampa se fosse vivo.

      così come stiglitz ha preso le distanze da chi faceva il suo nome a vanvera in italia.

      Elimina
    6. Quelle non sono politiche keynesiane, sono la caricatura che ne fa chi non conosce Keynes. Keynesismo e' espandere la domanda quando l'economia cade in una situazione di disoccupazione massiccia e non riparte neanche portando i tassi a zero. Non è fare spesa pubblica sempre e comunque, ne' stampare moneta sempre e comunque, ne' aumentare il debito pubblico sempre e comunque .Stiglitz ha preso le distanze da chi lo definiva anti euro perché spera che si possa evitare una pericolosa deflagrazione dell'euro. E ha affermato di credere nell'integrazione politica dell'Europa. Sul primo punto sono d'accordo - e' lo scopo della Riforma Morbida - sul secondo no. Stiglitz ha anche detto che le politiche della Troika sono una catastrofe e che avrebbe bocciato qualsiasi studente che le avesse proposte...

      Elimina
    7. infatti sono politiche truffaldine e basta e non keynesiane. se lei mi trova uno che sostiene la troika la pago in lingotti d'oro. ovvio che nessuno la sostiene.









      Elimina
  5. se i tuoi dati economici sballano sempre di più è come se dichiarassi guerra agli altri paesi
    Cit. anonimo..07 agosto 2014 10:43

    I dati economici sballano sempre di più...perché non ci permettono di fare cio che normalmente va fatto.

    La guerra implicitamente (ma non più di tanto ...) è stata dichiarata...ma non dall'Italia...ma dalla Germania. E' dagli anni 80 che alla Germania non va giu il nostro sistema produttivo...diretto loro concorrente....nel patto Mitterrand -Khol...per l'Euro...era implicito la distruzione del sistema produttivo italiano...ed un Euro strutturato sul Marco (un Marco cammuffato )....poi i francesi hanno sbagliato i calcoli evidentemente...e son rimasti fregati----->>> la struttura economica francese ha caratteristiche simili a quella italiana....e come l'Italia ...dell'imposto modello germanico e dei loro diktat ..ne sta subendo tutte le conseguenze....(pure loro son mal messi di brutto...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è il parlamento che non fa le cose che "normalmente" vanno fatte come dici te. prenditela con esso. e non le fa per non perdere le elezioni.

      Elimina
  6. A dimostrazione del prima detto....ecco le news di oggi:

    ""....All'indomani della gelata sulla crescita del pil, il colpo più duro arriva dalla Bce.

    Per quanto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan si allinei all'agenda di Matteo Renzi, chiedendo maggiore parsimonia nella spesa pubblica e più tempo per beneficiare degli effetti delle riforme, Mario Draghi mette il premier con le spalle al muro e lo colpisce proprio quando è più debole. La posizione del governatore non lascia spazio alle interpretazioni: "Uno dei componenti del basso pil italiano è il basso livello degli investimenti privati". Peggio ancora: tutto è dovuto "all'incertezza sulle riforme, un freno molto potente che scoraggia gli investimenti". Infine il colpo di grazia: "Per i Paesi dell'Eurozona è arrivato il momento di cedere sovranità all'Europa per quanto riguarda le riforme strutturali".

    Si chiude il cerchio. Quanto teorizzato dai tecnocrati alla Mario Monti o Lerenzo Bini Smaghi, è stato infine messo nero su bianco dal numero uno della Banca centrale europea......""

    (tratto da un articolo di oggi del Giornale on Line )

    Qui volevano arrivare..........dopodiché ci massacreranno.

    Shardan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta "costretti" a cedere totalmente la sovranità....premesso che l'Europarlamento non conta una beata fava...il potere sarà in mano alla Commissione Europea cioè a chi ci sta dietro: una tecnocrazia non eletta e non voluta da 500 milioni di Europei. ADDIO DEMOCRAZIA.

      Non avremo lacrime per piangere....(ci tasseranno pure quelle ).

      Shardan

      ps: dopodiché...assaggeremo in pienezza cosa è veramente il "neo liberismo "..ne vedremo il vero volto...

      Firmeranno il TTIP...(Transatlantic Trade and Investment Partnership)..cioè l'accordo di libero commercio...con gli Stati Uniti....che ci devasterà del tutto...addirittura le Multinazionali..prevarranno dal punto di vista giuridico sugli Stati...(da leggere: un incubo )...

      Ce un documento ufficiale della Commissione Europea...semisconosciuto...formulato proprio quando Renzi o Letta adesso non ricordo..blateravano di ripresa...ove nero su bianco...chiaro chiaro..dice che l'Europa..nell'arco di 10 anni...recederà ad uno status economico dei primi anni 60...rispetto agli Stati Uniti ...cioè torneremo indietro di 50 anni...(ecco perché l'impianto dell'eurozona/UE..cioè BCE, Mastrich, Lisbona...è formulato con un architettura differente dal sistema Statunitense...in particolare il funzionamento della BC...differente da quello della FED...)...il documento è ufficiale chiunque lo può visionare.

      C'è poi il cosiddetto RF (Redemption Fund )...poi usano sigle in inglese...senza spiegare veramente di che si tratta...cosi confondono la gente (nel Sole 24 Ore ..si legge sempre RF...o TTIP...se si chiede alla gente il 95% non sa di che si tratta )...la cifra eccedente il 60% dei debiti pubblici..viene convogliata in una specie di Bad Bank...e dopodiché a garanzia ...verrano messi tutti il nostro patrimonio reale pubblico. Ovviamente sto sistema cosi congegnato ci renderà insolventi...e si impadroniranno di tutto. Et voilà...la festa è conclusa: fregati.....

      Caro anonimo neoliberista....questa è la prospettiva. E credo che il tutto (non è complottismo )...sia stato architettato di proposito.

      Spero che la gente e le forze politiche "sane"...(a prescindere dal colore politico )...quelli che amano sinceramente il nostro paese (non i "collaborazionisti"...perché ormai bisogna ragionare in questi termini...come se fossimo in guerra...perché questa è una guerra vera e propria )..prendano veramente coscienza...e si oppongano seriamente a tutto cio. Diversamente ci aspetta un triste futuro....altroché "sano" neoliberismo.

      Scusate se son un po "virulento" (Il Dott. Cattaneo..ama i toni "pacati" e sono pienamente d'accordo....ma ho una brutta sensazione per il futuro...spero di essere io menagramo..e di non aver capito nulla...)

      Elimina
    2. scusate...ho dato libero sfogo ai miei timori.......

      Elimina
    3. Capisco perfettamente tutte le preoccupazioni. Ma questa e' una via che trasformerebbe in Grecia tutta l'eurozona salvo il blocco tedesco. Con ripercussioni molto gravi, a quel punto, anche su quello. Il fanatismo ottuso sta facendo danni gravissimi: ma c'è un limite, o meglio un punto di rottura...

      Elimina
    4. Caro Dott. Cattaneo.....sa cosa mi spaventa ?....il torpore di chi ha capito....le soluzioni indolori ci sono....quella che lei propone è ottima....ma sto torpore....e il tempo passa...e "quelli" vanno avanti come panzer.....la mia paura è che si crei una situazione ...ove non sia più possibile uscirne.....
      Saluti....
      Shardan

      e la mia paura è anche ..quella che ad un certo punto si scateni la violenza....eppure a mio parere...ancora ci son ampi spazi ..perché si trovino soluzioni non traumatiche....ma quel torpore..sta lentezza...(il M5s...ha una potenzialità...eppure son imbragati in proposte che non portano da nessuna parte....non so....)...in sintesi:...non vedo le potenziali "forze sane"...che si muovono con decisione...che fanno sentire..nei posti giusti la loro voce..forte , determinata, decisa ....ormai tutti abbiamo capito: ma che aspettano ??? che questi qua ci triturino bene bene ???---boh....

      conferenze , dibattiti, articoli.....internet ne è pieno ...ne ho fatto indigestione....però poi.....

      Elimina
    5. Ma dico...ma non è possibile che Lei e Zibordi...contattiate i vertici ...del M5s....per un incontro/dialogo (anche privato ) ...esponendo il tutto ...loro non vogliono prender una posizione netta anti euro...però nel contempo dicono di essere contro questo sistema eurozona...ma dico---->>> questo della "riforma morbida " calza perfettamente...con le loro esigenze (non si esce dall'euro...e nel contempo si neutralizzano i danni che quella moneta disgraziata provoca )...se loro facessero propria sta proposta...beh....è una forza politica che ha un potenziale di forte contrattualità...non è un partitino...ma non lo devono fare in tempi bibblici----->>> è una proposta che devono sposare e far propria ADESSO. (e gli eurobonds...e tutte quelle altre fessate...le devono metter da parte...)
      ecco....

      Elimina
    6. Stanno andando avanti come panzer ? Stanno andando verso il nulla a mio modesto avviso. Come dicevo prima, pensiamo veramente che si possano ridurre tre quarti dell'eurozona come la Grecia ? E a che scopo poi ? Quanti al M5S, io l'ho cominciato a contattare subito dopo le elezioni del 2013. Attenzione ce n'è, vedi il progetto di legge in corso di presentazione che applica i CCF alle ristrutturazioni edilizie. Può essere un grimaldello per portare a un'applicazione molto più ampia. Certo, avrebbe molto senso che cavalchino la Riforma Morbida in modo ben più ampio e aperto. Non so spiegare perché non è accaduto. Per ora. Io continuo a parlare con chiunque abbia volontà e interesse di ascoltare, in tutte le direzioni possibili.

      Elimina
    7. il neoliberismo è solo propaganda per dare la colpa ad altri di un sistema che salva una parte sempre e comunque e sta espropriando quell'altra per mantenere il suo tenore di vita. questa è guerra civile. attenzione.

      Elimina
  7. C'è un documento ufficiale della Commissione Europea...semisconosciuto...formulato proprio quando Renzi o Letta adesso non ricordo..blateravano di ripresa...ove nero su bianco...chiaro chiaro..dice che l'Europa..nell'arco di 10 anni...recederà ad uno status economico dei primi anni
    60...rispetto agli Stati Uniti ...cioè torneremo indietro di 50 anni..

    CITAZ. mio post...

    Questa mia affermazione...essendo il documento poco conosciuto....potrebbe sembrare una "bufala " come tante che girano in internet...potendo sembrare un esagerazione un ritorno indietro dell'economia europea di 50 anni...rispetto agli Stati Uniti...
    qui due brevi video che ne parlano...spezzoni della trasmissione LA GABBIA...di Gianluigi Paragone...(il documento viene commentato da P. Barnard )
    (https://www.youtube.com/watch?v=00bYsjjHqwk)

    qui i giornalisti della Gabbia...che intervistano alcuni politici...(che non ne sapevano nulla...)

    ( https://www.youtube.com/watch?v=AyVfw4lu-iA )

    perché l’Italia della metà degli anni ’90 – che non faceva la riforme di Draghi, che non strisciava supina di fronte a Bruxelles, che usava la spesa pubblica molto ma molto più di oggi… perché veniva definita da Standard & Poor’s come “economia leader d’Europa”?

    a circa metà degli anni 90..l'agenzia di rating Standard & Poor's...definì l'Italia..come "l'economia leader dell'Europa " (diciamocelo...la cosiddetta "italietta " con la "liretta "...stracciava la Germania alla grande ...)..non avevamo le riforme che oggi ci chiede la Trojka (che servono solo ad affondarci ulteriormente ...posto che le riforme vanno ovviamente fatte...ma secondo le caratteristiche della nostra economia...ad hoc...per il "modello" economico italiano...non secondo i loro criteri..)..subito dopo nella seconda metà degli anni 90...ci siamo agganciati all' ECU...e già è incominciata una prima flessione dell'economia...poi abbiamo adottato definitivamente l' Euro....e sono iniziati i guai e una lenta inversione di tendenza ...sino alla crisi del 2008...con il precipitare...a vista d'occhio...ormai siamo al 6 anno di recessione...è evidente che è l'Euro il grimaldello assassino.....

    L'Inghilterra senza Euro...sta andando bene...la Polonia...mentre le altre economie dell'eurozona...eccetto la Germania..andavano giù...cresceva se non erro al 3%....

    bye

    Oltrettuto manco la Germania sta andando bene...stanno massacrando tutto pur di tenere alto l'esport :: salari bassi, non investono sulle piccole medie imprese, e da 20 anni che non spendono sulle strutture interne...oltreché barare su tutto ..perché stanno barando alla grande .. (mi sa che noi ...considerati i campioni dell'imbroglio..siamo dei pivelli rispetto a loro ) ....questa politica alla fine sarà un boomerang per loro stessi....se ne intravedono le prime avvisaglie....

    buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shardan....

      Elimina
    2. Giusto per essere precisi, tornare agli anni 60 rispetto agli USA non vuol dire ridurre i redditi al livelli di allora ma abbassarli in termini relativi. Quindi per esempio restare statici mentre gli USA crescono. Non cambia la conclusione: e' una strada catastrofica - che implicherebbe una crescita paurosa della disoccupazione, tipo 30% medio in tutta l'eurozona - e non si evita con "riforme strutturali" ma con un grande rilancio keynesiano dell'economia.

      Elimina
    3. e non si evita con "riforme strutturali" ma con un grande rilancio keynesiano dell'economia.

      Cit.

      se lo capissero......cosa bisogna fare...ormai lo capisce un qualunque profano in economia...è una cosa semplicissima. Loro non lo capiscono o non lo vogliono capire....(lo capisce pure mia nonna..che ha la 5 elementare ;-)

      C'è un professorone della facoltà di economia della mia città (ex preside )...ha insegnato pure negli Stati Uniti....conosce Keynes perfettamente ...ho visionato il suo libro..9 capitoli basati su Keynes...(grafici che ne spiegano benissimo le dinamiche con relative formule matematiche etc etc )......un paio di mesi fa in prima pagina ci fu un suo articolo...decisamente a favore dell' euro/politica ...

      qui un articolo...che lo smentisce punto per punto...

      http://econommt.wordpress.com/2014/07/23/il-quinto-moro-quello-che-accecava-i-lettori/

      Un altro suo collega... presidente attuale della regione Sardegna --->> Pigliaru..idem..Docente di economia.stessa facoltà ..ha insegnato per anni Keynes...si è presentato alle elezioni regionali con un programma da far impallidire la Merkel (quando lo ho letto son letteralmente saltato dalla sedia...)..anche lui decisamente schierato per l'Euro....eppure sa perfettamente cosa va fatto...c'è poco da fare..seguono altre logiche.(di partito...non si spiega diversamente )...metà dell'elettorato regionale non ha votato...l'altra metà in larga maggioranza ha votato per lui (lo stesso trend delle europee )....la gente non segue..non è informata bene....non pensano con la loro testa...

      Elimina
    4. ma keynes voleva la moneta mondiale.
      voi non volete manco l'euro e sostenete keynes?
      ma allora mi sa che dovete tornare a studiare all'università
      possibilmente straniera visto che in italia vi raccontanto balle

      Elimina
    5. Keynes voleva il bancor, una moneta unica mondiale, certo, ma dotata di meccanismi di riequilibrio dei saldi commerciali che non obbligavano i paesi deficitari alla deflazione salariale, al l'austerità e alla depressione economica. Una struttura flessibile, come flessibile e' la Riforma Morbida (che non implica il breakup dell'euro). In entrambi i casi, siamo lontani anni luce dal delirio dell'odierno euro sistema.

      Elimina
    6. infatti il bancor non è mai nato perché non funziona. e la teoria prezzi-valute di keynes non è mai stata dimostrata valida in nessun caso. è totalmente falsa.

      anche nel caso di una valuta mondiale ci sarebbero fluttuazioni nei derivati della moneta. invece di avere stabilità è nato il banking shadow guarda caso. chi vuole capire capisca.

      keynes era britannico e non a caso l'impero britannico si "suicidò" impedendo di fatto i prestiti long term. che invece l'america faceva esplodendo come potenza mondiale.

      e anche l'intervento statale nell'economia non l'ha inventato keynes visto che anche l'antica grecia lo faceva o anche il senato romano che era il vvertice dello stato del tempo.

      Elimina
    7. Il Bancor come l'aveva proposto Keynes funzionava, ma il punto e' un altro: la moneta unica che aveva in mente Keynes non c'entra niente, ma proprio niente, con l'euro di oggi...

      Elimina
    8. non è mai stato realizzato come fa a dirlo. prevede il futuro lei? come mai non è miliardario se prevede il futuro?

      ok, ma se l'euro è così la colpa è degli europei mica degli alieni.

      Elimina
    9. Una moneta unica con un meccanismo di aggiustamento bilaterale funziona: l'euro non ce l'ha. Non è colpa degli alieni, sicuro...

      Elimina
    10. allora volete la moneta mondiale.
      siete finanziati da bilderberg!!!!!!

      Elimina
  8. dimenticavo: è molto significativo il secondo video...ove a diversi nostri politici viene mostrato il documento---->>> la loro reazione ....si qualificano e si squalificano.

    C'è poco da fare...con gente del genere ...per l'Italia non c'è speranza.
    Shardan

    RispondiElimina
  9. x shardan
    ti hanno raccontato una storia fasulla e quando la scopri ti arrabbi. arrabbiati con chi ti ha preso in giro per anni prendendo pure il tuo voto e non contro le leggi della fisica che valgono per tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La "legge della fisica" che si sta violando e' massacrare il paese di tasse non per non licenziare gli statali, ma per mantenere il deficit al 3%. Se licenziassimo statali per diminuire le tasse, ma senza espansione del deficit, non risolveremmo comunque nulla.

      Elimina
    2. 1)ma keynes voleva la moneta mondiale.
      voi non volete manco l'euro e sostenete keynes?
      ma allora mi sa che dovete tornare a studiare all'università
      possibilmente straniera visto che in italia vi raccontano balle

      ---------------------------------------
      2)x shardan
      ti hanno raccontato una storia fasulla e quando la scopri ti arrabbi. arrabbiati con chi ti ha preso in giro per anni prendendo pure il tuo voto e non contro le leggi della fisica che valgono per tutti.

      ------------------------------------------------------------

      CITAZ...anonimo.

      caro anonimo

      1) si è vero Keynes voleva la moneta mondiale.....ma non si può fare il parallelo con l'euro....il discorso è più articolato....oltretutto Keynes a Bretton woods...è stato sonoramente sconfitto....cio che proponeva keynes era supportato da tutto un non saprei come dire…”corollario “ teorico….l’euro è un casino ..che non ha nessun supporto scientifico teorico…smentito e criticato da 6 o 7 premi nobel…e da tutta la letteratura economico/scientifica…da 30 anni…uno dei primi se non erro fu Nicholas Kaldor …nei primi anni 70…poi seguirono decine e decine di altri economisti …tutti puntualmente ignorati….e tutti predissero sto disastro…che due decenni dopo si sta puntualmente realizzando alla lettera…
      io non son laureato ....mi piace l'economia...(passione scoppiata..in ritardo...son "scolaro " autodidatta....se tornassi ai 18 anni...mi iscriverei in economia e la studierei giorno e notte con foga...ho fatto altre scelte...quel che è stato è stato...)

      Sulle balle...quello è il tuo punto di vista e solo il tuo...il mio è questo : vero che raccontano delle balle (anche in quelle estere...in particolare alla Chicago University of Economics...la Boot School dei Chicago boys...)...dagli anni 80 in poi...la vera economia è sparita o meglio "è stata fatta sparire "..oggi si insegna una sorta di "pensiero unico"...di impronta neoliberista (e anche un keynesismo cosiddetto bastardo...che poi è adiacente e complementare al neoliberismo...Keynes adulterato...(questo è il mio punto di vista....)
      Shardan
      (continua)

      Elimina
    3. x shardan
      nessuno in questo forum sostiene che l'euro sia uscito bene. è colpa degli europei che dicono di unirsi e poi non lo fanno.

      la scuola di chicago, reagan e gli anni 80 e il boom di quegli anni furono basati sull'abbattimento delle tasse che è la stessa cosa che volete voi con i CCF.

      la scuola di chicago non è affatto neoliberista ma "ibrida" e prevede anche l'intervento statale ma solo cacciando a calci in culo tutti coloro che hanno distrutto l'azienda da salvare. in italia invece nessuno paga mai. capisci la differenza? abissale differenza?

      Elimina
  10. (segue )

    2)idem per il tuo secondo post...dipende dalla visuale...si è vero non "mi" ..ma "ci" hanno raccontato una storia fasulla....ci hanno preso in giro per anni...e fa arrabbiare...pensando soprattutto a le panzane che instillano alla Bocconi...alle giovani menti...con quella sorta di "pensiero unico " di cui ho parlato prima...volutamente inculcato per creare nei ragazzi futuri economisti o futuri operatori in campo economico...una sorta di genetico DNA di pensiero economico.....(oltretutto …sarà prestigiosa….io dico che inculca veleno….ho visionato alcuni testi …esempio di finanza aziendale o di statistica….che adesso purtroppo stanno adottando anche nella facoltà della mia città….a dire che fanno ridere e dire poco…testi americani tradotti (anche male )…e di una faciloneria..ridicola….per essere la “Bocconi “…i testi che si adottavano qua…sino a poco tempo fa ..erano molto ma molto più seri.

    l'esempio della fisica....è tutto da stabilire...posto che l'economia è una scienza non paragonabile alla scienza delle leggi della Fisica (è un mix di postulati economici con matematica applicata..influenzati da tutta una serie di altri fattori:--->>> psicologia individuale e sociale, sociologia, forse anche filosofia, geopolitica, diritto etc etc....l'economia è un discorso sempre aperto da Adam Smith in poi...cio che era valido ieri ..può non esserlo oggi ...o può esserlo solo in parte...perché nel percorso storico cambiano continuamente le contingenze e subentrano periodicamente altre dinamiche non prevviste prima.....nel discorso economico c'è tutto e il contrario di tutto....e subentrano nuovi fattori magari non presi in considerazione precedentemente...etc etc ..ecco perché è un discorso sempre aperto....poi ci possono essere alcuni elementi teorici che hanno una validità permanente...ma il tutto non può essere assimilato alle regole della fisica...almeno questa è l'idea che mi son fatto dell'economia...a torto o a ragione....

    in sintesi: per come la vedo io...non esiste un "modello " che vada bene sempre...e ovunque....a mo di Dogma Religioso (vedasi marxismo )....un modello può essere valido in una certa struttura sociale e...non valido in un'altra (es. il neo liberismo di Friedman..applicato negli Stati Uniti…non è a mio parere essere applicato tale e quale in Europa..non c’è la stessa omogeneità sociale e culturale..idem per la moneta )...tutto .dipende: certamente il modello economico..che ci vogliono imporre...non va bene per la struttura italiana...mi pare evidente...prima stavamo decisamente benino…e mo stiamo da cani….bisognava migliorare “quel modello “ con quelle caratteristiche…non violentare cio che tutto sommato funzionava (quello che stanno facendo adesso…per quel che mi riguarda…è un crimine vero e proprio..sarò un esagerato…ma non riesco a vederlo in modo differente…. qui ci stanno milioni e milioni di persone che stanno soffrendo….)

    ciao
    Shardan
    Ps. Scusate se son prolisso…è un diffetto…io con la sintesi non ci vado d’accordo…;-)...non ci riesco proprio...tendo istintivamente al bla bla bla....

    A proposito del mio essere “autodidatta “…procedo in questo modo…che so…leggo il libro del Dott Cattaneo…”La soluzione dell’ Euro “->> me lo leggo una volta…sottolineo le cose che ritengo importanti …poi con un altro evidenziatore sottolineo cio che non ho capito..e frugo ovunque in internet..sull’argomento …oppure consulto un dizionario economico…ben argomentato….sino a quando il concetto non mi è chiaro…poi rileggo il tutto per assimilare meglio…procedo cosi su tutto cio che leggo…perché son partito senza basi..tabula rasa totale……cerco di capire strada facendo….(a volte incasinandomi molto e non poco….;-)..quindi se scrivo qualche come dire “fregnaccia “…perdonatemi…



    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non è vero che la bocconi è neoliberista. chi te l'ha detto? eppoi è famosa per l'economia aziendale (forma degli ottimi manager) e non per quella monetaria bancaria che è il tema di questo forum.

      Elimina
  11. Dai su...che hai capito cosa intendo dire...e sai benissimo...che tantissimi che escono da quella facoltà...si qualificano e son qualificati come neoliberisti (perché lo sono )...e che l' "impronta " di quella facoltà...a parte la sua "specificità " è di stampo neoliberista ......lo sai benissimo.

    e allora Boldrin, Zingales, Monti, Tito Boeri, Alberto Bisin etc etc e ancora etc etc (una lista piuttosto lunga )...più tanti altri che non son bocconiani ma supportano il pensiero dei prima menzionati: Alesina , Giavazzi...etc etc...perché si occupano di Euro? perché lo sponsorizzano ?....perché vengono da "quella " impronta....

    la Bocconi non è a impronta neoliberista ? idem la Chicago School of economics (nata sull'impronta di Friedman )....ma ndo stanno ste benedette ..."pure " scuole neoliberiste ????....ma dai...che hai capito perfettamente.....

    Il blocco di economisti e di pensiero economico...che più o meno propone...il tuo pensiero (sfumatura meno ...sfumatura più )...viene da quel background universitario....e fa parte dell'area cosiddetta neoliberista...

    ciao
    Shardan

    Ps:non sto dicendo (ovviamente.. ) che tutti quelli che escono da quella scuola son neoliberisti (se non erro il Dott. Cattaneo...a sua volta si è laureato alla Bocconi..)

    a proposito di una tua affermazione su un altro post...non ricordo dove...::: ...si è verissimo...in Europa il neoliberismo non c'è mai stato...tantomeno in Italia....ma questa è una fase di transizione....adesso è in opera il non saprei come definirlo ..."il laboratorio della distruzione "...per poi passare a un nuovo modello...che sarà di tipo neoliberista...probabilmente più di impronta Haykiana piuttosto..che modellato sul pensiero di Friedman...

    Adesso ovviamente mi dirai che il liberismo della scuola austriaca di Von Hayek..non è vero liberismo...ma una sorta di rigida oligarchia. in funzione degli interessi dei cosiddetti "renties ".....non lo so..sta di fatto che a livello accademico..la scuola statunitense di Friedman (alla quale si ispira la Booth School di Chicago...) e quella austriaca di Von Hayek...vengono classificate come scuole Neoliberiste.....se non lo sono...quelle di cui parli tu...io non so dove stiano --->>> su marte ???

    ri-ciao.

    hai dato un buon suggerimento: se tutti quelli prima da me menzionati....non essendo nello specifico..specializzati in monetarismo...invece di occuparsi di Euro& Affini...si occupassero di altro...ci farebbero un gran piacere...visto i danni che combinano ...(lo dice pure il caro Alberto Bagnai....in particolare quando si riferisce a Zingales...)

    Zingales..oltretutto da un po di tempo in qua....(furbizia opportunista tipica italiana? )...sta facendo mezza marcia indietro sull'Euro....basta leggersi il suo ultimo libro ...(lo ho appena finito )....dico io::----->>> troppo tardi.....e troppo comodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'europa non è neoliberista, ti stai sbagliando di grosso. ha fatto finta di esserlo molti anni fa prendendo in giro tutto il mondo per avere l'appoggio. poi la vera natura europea è tornata fuori. si basa sulla scuola austriaca metallista, monarchica, antiliberale, tedesca, contro il libero mercato, contro lo stato. e contro voi keynesiani che invece siete cartalisti.

      il loro scopo è svalutare i lavoratori e non la moneta senza concedere nessuna libertà di mercato. vogliono privatizzare e non liberalizzare. che è esattamente quello che fanno i "monarchici". riprendersi i gioielli di stato e non liberalizzarli al popolo rendendo partecipe il popolo come azionista.

      vi stanno fregando come hanno fregato il mondo intero. anche hitler disse all'inizio che voleva solo prendersi un po' di terre germanniche di 10 km e poi si prese l'europa intera. ecco perché certi economisti cominciano ad arrabbiarsi quando vedono che la germania non fa ciò che aveva promesso.

      Elimina
  12. Zingales..oltretutto da un po di tempo in qua....(furbizia opportunista tipica italiana? )...sta facendo mezza marcia indietro sull'Euro....basta leggersi il suo ultimo libro ...(lo ho appena finito )....dico io::----->>> troppo tardi.....e troppo comodo.

    Cit.

    Durante il periodo del Fascismo...la maggior parte degli italiani erano pro duce...basta guardarsi i filmati dell'epoca....folle immense inneggianti il Dux...non erano forzosamente indotte (solo in parte )..la stragrande maggioranza era favorevoli spontaneamente ..altroché...dopo la caduta del fascismo nell'immediato dopoguerra...non si trovava un fascista a pagarlo a peso d'oro.

    Sarà la stessa cosa in questo frangente Euro....questa moneta...(esclusa l'adozione dei CCF...perché in questo caso..cambia il discorso...se ne potrà eventualmente uscire più serenamente..)...non può reggere a lungo...ad un certo punta farà crash...(e sarà un crash doloroso...)...dopodiché...non vedrai uno e dico uno...che dirà..."io ero pro-euro "...

    siamo italiani....c'è poco da fa....;-))

    Ps. per poter far capire alle kappe dure toc toc toc...che questo sistema eurista non va bene...è un fatto "oggettivo" si tocca con mano...e sotto gli occhi di tutti...dovremo bere un amaro calice di sofferenza !....ma era proprio necessario ???....
    shardan

    RispondiElimina
  13. allora volete la moneta mondiale.
    siete finanziati da bilderberg!!!!!!

    Cit.

    Mi posso permettere di dire una cosa..in perfetta amicizia...ma devo dirla--->>> ecco la dico...."...lo sai che hai detto una scemenza ??...ma gigantesca...."...ma non ti preoccupare...tutti diciamo qualche scemenza....è normale. Tu non puoi essere un eccezione.
    Shardan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poi se non mettete un nick...tutti anonimi non si capisce chi parla...di volta in volta

      Elimina
    2. dai si scherzava...è agosto...!!!!
      buone vacanze a tutti!!!!!!!!

      Elimina


  14. Beh...i politici del nostro Parlamento...son quel che sono....si sa (son di qualità sempre più scadente..)..
    Ma i cosiddetti "tecnici "..implicitamente imposti dalla Trojka (Monti )..con i loro provvedimenti a loro dire "salva Italia " mi risulta che abbiano ulteriormente peggiorato di gran lunga la situazione.

    Per "cose da fare "..intendevo una serie di provvedimenti .che normalmente andrebbero presi in questa contingenza ....che purtroppo l'UE..non permette...a prescindere dai nostri politici.

    In questo frangente salvo (si fa per dire ...fanno schifo ) i nostri politici...sia buoni che cattivi...---->>> non possono far nulla.

    Imbragati dal cappio europeo i CCF....sono un ottima soluzione....ma prima che "quelli là " recepiscano....passa qualche secolo...

    Shardan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate ..c'è qualcosa che non va...clicco in "risposte " sotto l'articolo...e mi appare il post qua...boh...forse sbaglio qualcosa.

      era in risposta a questo post:

      Anonimo08 agosto 2014 18:38

      è il parlamento che non fa le cose che "normalmente" vanno fatte come dici te. prenditela con esso. e non le fa per non perdere le elezioni.

      Elimina
    2. shardan
      ma nessuno sostiene la troika o i tecnici di bruxelles. ma questo non significa sostenere lo statalismo e l'inflazione come fate voi dando soldi a palate per consumare e basta. esiste una terza via che funziona e che l'europa sta bloccando ancora oggi.

      Elimina
  15. Non per "consumare e basta": per creare domanda, produzione e occupazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma i prodotti oggi non sono più "interni", sono globali. la produzione e l'occupazione la crei in cina e germania se dai i soldi agli italiani per consumare.

      devi dare soldi per fare impresa e liberare tutti i settori nel tuo paese allora i giovani avranno lavoro. e la concorrenza abbasserà i prezzi. consumare e basta è appunto il tentativo degli italiani (ricchi e poveri) di non lavorare ma avere i soldi per consumare. cioè farsi mantenere. ma nessuna nazione può mantenerne un'altra troppo a lungo. perché affonderebbe con essa.

      Elimina
    2. La Cina vuole cambiare rotta...vuol indirizzare la produzione verso il consumo interno.

      L'ideale a mio parere..per l'Italia..è una produzione interna ...e l'eccedenza esportata. (con una moneta nostra ovviamente..)

      Liberi i settori...deregolamenti il più possibile...e le imprese di volta in volta...esternalizzano e vanno altrove...oppure tendono comprimere i salari ..il più possibile..che a sua volta produce una minore domanda....

      Se la forza lavoro si oppone ai bassi salari ...l'azienda esternalizza ..e nessuno glielo lo può impedire...quindi diventa un arma di ricatto...

      Questa "globalizzazione " è tutta da discutere....sino a quando dovremo concorrere con Paesi..che non rispettano i minimi diritti...potendo usare forza lavoro schiavizzata (bambini, ritmi di lavoro a suon di 14 ore per pochi spiccioli...)...senza nessuna barriera doganale sui loro prodotti.

      Cosi come è strutturato attualmente il mercato globale...non mi sembra un mercato "libero"..ed equamente competitivo. Tutt'altro.

      Non è tutto oro cio che luccica...



      Ps- Poi ci sarebbe da dire sul sistema statunitense...(mezza mia famiglia vive stabilmente là---io pure ci son stato per un bel po...non è il paradiso )...e nel mercato ci son distorsioni...lobby potentissime che ammorbano tutto..i più forti a loro volta distorcono la libera concorrenza..con stuoli di avvocati che affossano o limitano le realtà produttive meno potenti facendo prevalere le istanze (o le prepotenze ).di colossi imprenditoriali , con forti influenze distorsive nel processo decisionale politico da Washington a Wall Street alla Fed ai centri di potere dei singoli Stati....

      io ho lavorato in nord Europa (Germania e soprattutto Inghilterra )..poi nelle Navi da crociera ed infine negli Stati Uniti...e poi mi son stufato e son rientrato nella mia bellissima isoletta..(ci sto meglio..anche se guadagno molto di meno ...non ho nessuna nostalgia ).

      In tutti i "modelli " economici...ci son aspetti positivi e negativi.
      (continua)

      Elimina
    3. (segue )

      Il nostro modello economico.andava benissimo ..quello che dal dopo guerra in poi ..soprattutto nei primi 35 anni...ci ha permesso una crescita costante del 5 % ritmi cinesi..poi dopo gli anni 80 c'è stata una flessione..al se non erro 3%...sino a poi non crescere più..fermo restando che come ho detto in precedenza --a metà anni novanta ..Standard & Poor .definiì l'Italia ..Paese Leader Europeo nella produzione...(l'inizio di flessione guarda caso è stato immediatamente dopo con l'aggancio prima a l'Ecu e poi con l'adozione definitiva dell Euro ).

      QUEL MODELLO DOVEVAMO MIGLIORARE...NON SMANTELLARE TUTTO..

      e i problemi che abbiamo avuto dagli anni 80 in poi..è stato proprio il tentativo embrionale di indirizzarsi verso una altro tipo di economia....la separazione del Tesoro dalla Banca d'Italia..ha fatto schizzare il debito pubblico da un fisiologico 55% al 120% in dieci anni ... perché la Banca d'Italia non dovendo essere obbligata a acquistare i titoli di stato a interessi bassissimi come in precedenza...bisognava collocarli nei "mercati " (quelli che piacciono tanto a te "..a tassi alti...)...poi l'aggancio allo SME..con tutta una serie di vincoli (sme fallito...anticipo del fallimento dell Euro...perché questa moneta farà crash allo stesso modo )...Il nostro debito pubblico non è dovuto ad un eccesso di spesa...siamo nella normalità ...ho visionato tutti i grafici della Spesa Pubblica..degli ultimi 30 anni...siamo in perfetta linea con la Spesa dei cosiddetti Paesi Virtuosi (lasciamo stà....)..anzi addirittura la nostra spesa è stata inferiore ad alcuni di essi...
      Sul Debito Pubblico e sulla Spesa ...per venti anni ci hanno detto un sacco di balle...(bastava guardare dei semplici grafici )...e milioni di persone le hanno bevute....con quelle sonore balle...ci hanno fatto accettare la "giusta punizione " ..l'austerity.

      Oltretutto austerity...basata su parametri sbagliati elaborati da due economisti ...Carmen Reinhart e Kenneth Rogoff totalmente sbagliati (se ne sono accorti due studentelli...mentre si esercitavano sui loro modelli in excell )...la loro testa avrebbe dovuto saltare...(minimo ) ed invece stanno beati e felici ..a pontificare nelle loro università e nei più prestigiosi salotti e studi televisivi (è un sistema libero quello americano..e già....non ci son distorsioni ).

      La nostra corruzione fa male sostanzialmente a noi stessi...lo loro..fa soffrire tutto il mondo.

      Ciao
      Shardan

      Elimina
    4. Quando sento certe cose del tipo ""....abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità ..." (Sole 24 Ore...la Reppublica ....Travaglio...e bugiardelli andando...) esco letteralmente fuori dei gangheri...mentono sapendo di mentire.

      Shardan

      Elimina
    5. Qui dei grafici...presi dal blog goofynomics..sulla spesa pubblica italiana dal 1999 ad oggi---->>>al momento non trovo link sulla spesa pubblica dagli anni 80 sino al 99...ma il trend è più o meno simile...

      oltretutto il grosso del nostro debito pubblico...è dovuto come detto in precedenza alla vendita dei nostri titoli nel mercato...(per scelte sbagliate...io direi anche criminali...)....non è assolutamente vero che siamo stati "spendaccioni "...anzi addirittura oserei dire che ..essendoci stati effettivamente degli sprechi (conosciuti )..ma tenendoci in linea con gli altri paesi..siamo stati addirittura virtuosi (i dati parlano chiaro..)

      I nostri cari neoliberisti (o passati per tali )nostrani---> Giannino, Polito, Alesina, Zingales, Giavazzi, Boldrin , Monti, Grilli, Fornero..etc etc .+certa tiritera estera...in primis Germania...che ci spacciano per brocchi,sfaccendati, sempre in malattia ---->> in sintesi : Piigs (cioè porci )...da punire e mettere in "riga " con l'austerity...spremendoci come limoni perché siamo a loro dire dei cialtronazzi al lavoro...SON DEI GRAN BUGIARDI FALSARI.

      La competitività di un lavoratare viene misurata tenendo conto di due fattori: il costo del lavoro all'ora in relazione alla produttività di quel lavoro cioè quanto un lavoratore produce in quell'ora. ---->>> mi costi tot in un ora e mi produci tot nella medesima ora.

      Il rapporto fra questi due è dato da un numero che va da 0,50 (lavoratore molto competitivo ) a 0,80 (lavoratore poco competitivo )

      Guardate dove sta l'Italia ----->>> 0,69
      Guardate dove stanno i cosiddetti "virtuosi "--->>>La Gran Bretagna a 0,72. Il Belgio a 0,71. La Francia a 0,69. L’Austria a 0,70. La Danimarca a 0,73. La Svezia a 0,69. Gli USA a 0,69. L’Olanda a 0,69. La Germania a 0,65.

      la Grecia sta quasi al passo della Germania 0.66..la Spagna a 0,68..il Portogallo a 0,69 e la povera torturata Irlanda supera la Germania (torturatrice ) con 0,61....

      Sulla base di cio che dicono quei falsari...noi dovremo essere a 0,80..o peggio...invece ci collochiamo in una posizione che è quanto o meglio degli altri (i cosiddetti virtuosi...)

      il nostro debito pubblico..se avessimo sovranità monetaria..è non solvibile ma strasolvibile...abbiamo una ricchezza complessiva che va oltre i 9 mila miliardi...(ma poi con moneta nostra ..è SEMPRE solvibile )...ma perché dovremo andare a pescare la moneta necessaria in un mercato esterno..da restituire tutta a tassi da strozzini...quando potremo emetterla da noi stessi ? perché ? che senso ha ?....

      e poi non riesco a capire sta menata del debito pubblico....nel mondo c'è una fuffa finanziaria decine e decine di volte superiore al pil reale globale...(mi dicono 55 volte...non son sicuro sul dato...)...tutto il globo è superindebitato...e ci si accanisce su un Paese con dei fondamentali sani...e con un debito appena di più del suo PIL....

      Con argomentazioni..menzognere, fasulle, ci fanno sentire "colpevoli "...e quindi meritevoli di flessibilità esasperata sino al parossismo (o meglio sino al suicidio )...meno salario....più ore sotto torchio...riforme che non servono realmente per migliorare quel virtuoso "modello "..di cui ho parlato prima...virtuoso perché HA FUNZIONATO è un dato di fatto (e le riforme ..doverose da fare..vanno fatte in armonia con "quel " modello..per migliorarlo )....per sostituirlo con un ipotetico altro modello...(non ne vedo la necessità sinceramente )...

      C'è o non c'è qualcosa che decisamente non va ?
      (oltretutto i dati ufficiali della Germania...non son veritieri son tutti ma dico tutti falsati...)

      Shardan



      Elimina
    6. scusate mi son dimenticato di mettere i link dei grafici :

      http://goofynomics.blogspot.it/2013/03/la-spesa-pubblica-futura-memoria.html

      a mio parere ..bisogna ragionare su dati seri, veritieri,,, inoppugnabili ...e poi fare le analisi...non su basi ...non saprei come dire .. "ideologiche "--->> del tipo quel modello...mi sta bene e quell'altro no...a prescindere...perché è cosi (poi perché sia cosi non lo so...per me contano i fatti )...non abbiamo bisogno di neoliberismi...o altro...il sistema funzionava...ora non funziona più...perché il nostro modello virtuoso ( siamo arrivati ad essere quasi la 4 potenza economica )..è stato azzoppato...con argomentazioni pretestuose e fasulle.

      Shardan

      ecco sono incorreggibile...ci son riuscito a fare un altro poema prolisso ;-)

      Elimina
    7. x shardan
      in america non ci hai vissuto solo tu. ci sono 18milioni di italo-americani, forse 25. e molti italiani ci stanno andando pur essendo difficile rimanerci.

      le corporations americane sono ad azionariato pubblico e le più potenti di esse sono proprio i fondi pensione e assicurativi in cui partecipano tutti i cittadini. non sono esclusi. partecipano nell'economia. se marchionne non paga i fondi dei lavoratori lo cacciano a calci in culo. in italia invece tutto viene scaricato sullo stato e sulle tasse cioè su tutti coloro che non c'entrano nulla. si chiama espoprio di stato.

      le piccole attività che danno la maggioranza del lavoro sono libere e non chiuse come in italia che si oppone a far partecipare i cittadini nell'economia illudendoli che un giorno saranno assunti dallo stato e in tal modo vincono le elezioni sbracando i conti pubblici e uccidendo quelli che invece producono e lavorano.

      l'italia non era così. era lavoratrice, artigiana, industriale. poi la parte peggiore e parassitaria ha preso il potere impedendo il lavoro e l'impresa nel tentativo illusorio di rimettere tutto dentro lo stato per tornare ad una sorta di neo-comunismo partitocratico.

      Elimina
  16. Condivido moltissimo di quanto dice Sherdan. E nel momento in cui siamo in possesso della nostra moneta (che possono essere benissimo i CCF, in quanto costituiscono moneta a tutti gli effetti rilevanti) rilanciare domanda, PIL e occupazione senza squilibrare i soldi commerciali non è un problema.

    RispondiElimina
  17. Io non sono a "prescindere " contro l'euro (sarebbe posizione ideologica...io me ne frego )...io sono un pratico...se una cosa funziona bene...se non funziona bisogna eliminarla. A me stare con l'euro..+ i CCF...se funziona (dovrebbe funzionare ).sta benissimo.

    Shardan...

    RispondiElimina
  18. A me stare con l'euro..+ i CCF...se funziona (dovrebbe funzionare ).sta benissimo.
    CIT.

    correggo; non dovrebbe ....secondo me..funziona. E' la testa di quei signori prima citati che non funziona bene (o meglio...non vogliono vedere cio che sanno...perché non son scemi...l'economia e le sue dinamiche...le conoscono ).

    Poi Il Bagnai, Borghi, Rinaldi etc etc ...e anche certi leaders della MMT...a mio parere fanno silenzio sui CCF...per posizione ideologica---->>> devono sponsorizzare la loro ricetta......diversamente facciano il contradditorio (non lo fanno..silenzio di tomba ) e spieghino perché punto per punto .la "riforma morbida " non dovrebbe essere efficace.;-)

    a un meeting mmt...tempo fa....ho posto la domanda...la risposta è stata elusiva (una non risposta )....

    al prossimo meeting...porto il libro....mi preparo la domanda...e riparto all'assalto...(mi diverte anche...)

    RispondiElimina
  19. x shardan
    il problema in europa non è l'euro ma il socialismo. cioè la moneta unica basata su una economia socialista non regge perché nessuno al mondo vorrà mantenere gli europei. così come nessuno voleva mantenere l'unione sovietica che stava cadendo. perfino la cina ha applicato ricette capitaliste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece è proprio l'euro (e tu lo sai benissimo...)....lo ripeto...ma lo ho scritto diverse volte: 6 o 7 premi nobel lo hanno detto ...in questi ultimi 30 anni..ancor prima che ci fosse l'euro (kaldor nel 71...disse che una moneta unica sarebbe stato un disastro )....e lo hanno dotto un esercito di economisti meno conosciuti...ovunque...lo dice attualmente una certa rivista scientifico/economica...statunistense di prestigio (non mi ricordo il nome....magari la indico inseguito ...)..questo disastro è stato profetizzato ampiamente 20 anni fa ...e cosi è stato e dulcis in fundo..lo diceva pure Friedman....

      Non si tratta di economia socialista o meno...io la definisco economia di tipo keynesiano...tu definiscila socialista...non so cosa intendi per socialismo..se ti riferisci al Sistema Sovietico di passata memoria...non si possono far paragoni tra un sistema marxista e uno di impronta keynesiana...sono due cose decisamente differenti---->>> infatti nsino al 1990...hanno prodotto risultati diversi: i sistemi ad impronta keynesiana (più o meno )...hanno prodotto uno sviluppo e un benessere formidabile..che l'Europa in generale e L'Italia in particolare non hanno mai conosciuto....il Sistema Marxista Sovietico...ha prodotto disperazione ed appiattimento economico....e poi è imploso...perché non poteva essere diversamente..

      I Cinesi che non son scemi...hanno capito l'antifona...e per non implodere a loro volta..hanno sposato il peggio del comunismo (potere politico ) con il peggio del capitalismo (sistema economico )----->>>> alla faccia di carletto marx...hanno un sistema produttivo..per certi versi ..simile a quello della prima industrializzazione inglese dell' ottocento...sfruttando e spremendo i lavoratori..bambini compresi...con ritmi di lavoro massacranti .e senza tutele e diritti ..pagati con pochi spiccioli....insomma hanno applicato alla lettera proprio cio che Marx contestava nelle sue analisi . Non mi pare si possano fare paragoni o parallelismi....i sistemi marxisti son stati un tragico fallimento con circa 120 milioni di morti ...e non si possono fare parallelismi...ne nel metodo ne nei risultati.

      La causa di questo disastro...sono l'impianto geopolitico dell' UE (trattato di Mastrich e di Lisbona la loro architettura ...che imbraga gli Stati ) e soprattutto l'Euro...una moneta unica...in una zona valutaria non ottimale ...disomogenea in tutto: cultura, lingua, sistema produttivo, fiscalità , leggi nazinali etc etc...back ground culturale e caratteriale dei diversi popoli facenti parte l'UE con differenze enormi da Paese e Paese...quindi è tecnicamente e oggettivamente impossibile nel breve termine...renderla un area omogenea....come gli Stati Uniti...con una sola lingua..e un modus pensandi e operandi...omogeneo che sia la California o la Louisiana ...o il New Jersey o il Texas o l'Alaska...o il Nevada....ci son si delle differenze tra Stato e Stato...ma la mentalità e il modo di fare...l'"imprinting " è più o meno uguale ovunque…oltrechè fattore importantissimo la medesima lingua ovunque.
      (Per un omogeneità del genere ci vogliono non anni…ma decenni e decenni…
      avendo nonostante le abissali differenze…anche delle radici in comuni tra gli Europei..avrebbero dovuto concepire un Europa Federata con tutt’ altra architettura geopolitica unita nelle differenze …con tutta una serie di obiettivi comuni…non un Unione Europea….non si può unire una realtà cosi eterogenea…è i-m-p-o-s-s-i-b-i-l-e…)
      (continua )
      Shardan

      Elimina
    2. (segue )

      Questa è la ragione del fallimento dell' Euro...è questa ...disgraziata moneta la causa principale di questo casino che si sta delineando....

      Questo sistema Euro...che è un qualcosa di più di una semplice moneta...è un "sistema di potere " ideato e concepito da certe èlite..(non è complottiamo..questa e la verità )...rischia non di unire l'Europa...ma di disintegrarla...creando anche odio tra i Paesi facenti parte (è sotto gli occhi di tutti...).

      Ormai quello che dovevamo dire lo abbiamo detto....non serve un ulteriore discorso...la tua a mio parere ...è una posizione "ideologica " (a prescindere...dalle considerazioni tecniche )....possiamo fare 200 post...la conclusione sarà sempre la medesima.

      ciao
      Shardan

      E’ stata un Unione Europea…fatta senza il vero consenso dei popoli europei…aggirando le costituzioni…con giravolte , trucchi e trucchetti….(vedasi il trattato di Lisbona…praticamente formulato e firmato senza il consenso di 500 milioni di persone…tutti i referendum fatti…son stati sempre bocciati….eppure sono andati avanti ugualmente…aggirando la volontà popolare…e in alcuni Stati neanche chiedendola…come l’Italia ad esempio…)

      Elimina
    3. ..(non è complottiamo..questa e la verità )...

      Cit.

      correzione: ( non è complottismo....questa è la verità )

      Elimina
  20. Dimenticavo: tutte le unioni di popoli in modo "forzoso " ...con caratteristiche diverse...hanno fallito..
    L'Unione Sovietica ..si è disintegrata...e dopo 70 anni son riemerse le differenze tra i diversi Stati.....la Jugoslavia idem.....ma anche l'Italia..l'unione tra nord e sud..unione fatta con la forza...e non spontaneamente...dopo 150 anni...non ha funzionato....

    RispondiElimina
  21. L'Unione Europea è stata fatta con l'imbroglio e a suon di balle.....questa Unione Europea...è la negazione della Vera Europa.....

    RispondiElimina
  22. a proposito:

    ma scusate....dove lo avete visto che un Bankiere...eletto da nessuna...come Draghi...dica : è venuto il momento che gli Stati cedano la loro sovranità...(già mezza ceduta )....

    un banchiere? decide cose del genere ?

    ma che razza di obbrobrio è sta Unione Europea??.....

    Shardan

    RispondiElimina
  23. x shardan
    ma infatti la colpa è dell'europa e non dell'euro. se i paesi europei si fossero uniti davvero (come dicevano di fare) e avessero fatto politiche espansive capitaliste come in america e cina non parleresti male dell'euro.

    ma purtroppo basandosi sul socialismo (statalismo partitocratico e monarchia privata che insieme impediscono il libero mercato) come fanno a fare politica espansiva?

    se la facessero fallirebbero per inflazione. eppoi ti ritroveresti con 400 milioni di immigrati pronti ad entrare in europa per farsi mantenere pure loro. ecco perché questo sistema economico si regge solo con l'austerità. così come l'Urss si reggeva con la povertà distribuita a tutti.

    RispondiElimina